Augmented reality e privacy: pericoli nascosti in un paio di occhiali?

See on Scoop.itaugmented world

Garanti del mondo a Big G: i ”Google Glass” rispettino la privacy dei cittadini. Le Autorita’ di garanzia scrivono a Larry Page: subito chiarimenti e l’avvio di un confronto. 

augmented world‘s insight:

Quali informazioni raccoglie Google attraverso i "Glass", i famosi occhiali a realtà aumentata?

Con chi le condivide?

Come intende utilizzarle?

Come viene garantito il rispetto delle legislazioni sulla privacy?

Come pensa Google di risolvere il problematico aspetto della raccolta di informazioni di persone che, a loro insaputa, vengono "riprese" e "registrate" tramite i Glass?

Sono solo alcune delle questioni che le Autorità di protezione dati di diversi continenti riunite nel GPEN (Global Privacy Enforcement Network), hanno messo nero su bianco in una lettera inviata alla multinazionale californiana sullo sviluppo di Google Glass, una tecnologia in via di sperimentazione legata all’elaborazione elettronica dei dati, indossabile sotto forma di occhiali, che comprende una microcamera, un microfono ed un dispositivo Gps con accesso ad Internet.

Le Autorità per la privacy, tra le quali il Garante italiano, hanno espresso preoccupazione riguardo all’impatto privacy che può derivare dall’uso dei Google Glass e forti timori sul possibile futuro uso di sistemi di "riconoscimento facciale".

See on www.cedam.com

Author: The Round

Share This Post On