Cloud computing: consumatori italiani non ancora pronti per utilizzare software in cloud

See on Scoop.itdataumpa

Secondo la ricerca di Corel, la libertà di scelta è la variabile critica per gli utenti

 

I consumatori italianinon sono ancora pronti per comprare i loro software in cloud.

 

e preferiscono ancora acquistarlo in formato “fisico”, evitando così pagamenti ricorrenti sul web. Sono alcune delle principali evidenze emerse dalla ricerca sulle abitudini di acquisto di software, commissionata a livello europeo da Corel alla società Leadership Factor.

 

 

dataumpa‘s insight:

Gli italiani preferiscono il prodotto fisico

Sul totale di 1000 persone intervistate in Italia, la ricerca di Corel ha registrato che il54,8% preferisce comprare il prodotto in forma fisica. Di questi, il 12,4% lo compra online mentre il 42,4% lo acquista in un negozio tradizionale. La percentuale di consumatori che decide, invece, di acquistare il software direttamente da Internet tramite il download diretto sul proprio computer è pari solo al 36,2% del totale intervistato, mentre solo il 2,3% è solito noleggiare o sottoscrivere un abbonamento pagando quindi un fee di utilizzo del software mensile o annuale. Per chi sceglie di comprare il prodotto fisico, ed è quindi ancora prevenuto nei confronti della sottoscrizione di un abbonamento in cloud, il 71,1% vuole essere in grado di eseguire liberamente l’upgrade del proprio software. A questo segue il 76,7% che non vuole perdere la possibilità di accedere al prodotto laddove scegliesse di porre fine all’abbonamento, il 56,7% non si sente a proprio agio a dare i propri estremi bancari/di carta di credito per questa ragione, il 59,9% non vuole dipendere da internet per l’utilizzo del proprio software, mentre. A questo si aggiunge un 68% che ha l’impressione di pagare di più sottoscrivendo un abbonamento, e un ultimo 33,1% che teme di non avere abbastanza larghezza di banda per scaricare l’applicazione software sul proprio dispositivo.

See on www.datamanager.it

Author: The Round

Share This Post On