Come funzionano i Google Glass? Tutti i comandi e le funzioni dell’occhiale beta a realtà aumentata

See on Scoop.itaugmented world

Per Google, l’interfaccia mobile post-touchscreen passa per una montatura da vista (anche) senza lenti, hardware Android miniaturizzato e un prisma a proiezione.

augmented world‘s insight:

Sono passati più di sei mesi da quando le prime voci di corridoio non confermate sono diventate ufficiali, ma ora nonostante sia ancora un prodotto in evoluzione Glass è già realtà, almeno nella sua Explorer Edition dedicata a testimonial, beta tester e sviluppatori. Prima ancora che dal lato puramente hardware, Glass è interessante per il modo nuovo con cui ci si interagisce: uno schermo a proiezione su un prisma, un’area touchpad su cui fare “swipe” e “tap” per navigare nell’interfaccia, due bottoni per l’accensione e scatto delle foto e poi altoparlante (a trasmissione ossea) e microfono per l’interazione vocale, che poi è l’elemento chiave d’interazione con Glass. Quello del riconoscimento vocale è un modo d’interazione che ha grandi potenzialità, ce l’ha dimostrato prima Apple con Siri e poi Google stessa con Google Now, che ora è parte integrante di Android. Glass è il passo successivo di quei servizi, è un’interfaccia più umana perchè non ci occupa le mani come uno smartphone. Steve Lee, product director di Glass, l’ha definito un approccio alla tecnologia più vicino ai nostri sensi, “un modo per toglierci dai piedi la tecnologia mentre stiamo facendo qualcosa, e averla pronta quando ci serve”. Terminato il setup con lo smartphone, il primo step è il risveglio che può essere richiamato tramite la funzione Head Wake, un movimento della testa all’in su, oppure con un più “discreto” sfioramento del touchpad sul lato del dispositivo. A questo punto su schermo appare l’ora, e la scritta “ok glass”. Ora Glass è pronto per essere sfogliato tramite swipe nella serie di schede cronologiche che ognuna racchiude una funzione o un evento (foto, video, chiamate, hang out, le apps ufficiali o di terze parti e via dicendo). Glass è anche pronto per ricevere un comando vocale, che va preceduto dal comando trigger che di default “ok glass” (ma è personalizzabile). A quel punto su schermo appare una lista a scorrimento dei comandi disponibili.

See on www.gadgetblog.it

Author: The Round

Share This Post On