Connettiamoci e narriamo ciò che non c’è

See on Scoop.itaugmented world

 http://adamomagazine.wordpress.com/2013/04/20/connettiamoci-e-narriamo-cio-che-non-ce/

Il numero sempre crescente di strumenti di tipo smart offre agli utenti un’interazione immediata, di recente molte persone hanno adottato una nuova cultura di tipo mobile caratterizzata da modi di connessione nomadici. Le pratiche di connessione in giro per le strade sono sempre più diffuse. Queste possono favorire lo sviluppo di reinvenzioni della realtà attraverso piani narrativi differenti. La realtà aumentata si presenta dunque come un’ottima tecnologia che ci permette questo gioco narrativo. Infatti, essa integra informazioni sintetiche sensoriali con la percezione che l’utente ha dell’ambiente in cui si trova. (Giuliana Guazzaroni)

augmented world‘s insight:

Per avere un assaggio delle possibilità della realtà aumentata, basterà scaricare nel proprio dispositivo (smartphone o tablet) l’applicazione Aurasma e puntarla sull’immagine di Matteo Ricci per attivare una serie di contributi multimediali come un’animazione, un video e la possibilità di linkare al testo digitale. L’applicazione di realtà aumentata è stata realizzata da Mirco Compagno docente di Interface Design per Mobile e Touch Screen Device, Augmented Reality e Sistemi Interattivi all’Istituto Europeo di Design di Roma.

See on www.youtube.com

Author: The Round

Share This Post On