Italia, E-book, rilancia l’editoria. Libri digitali nelle biblioteche e su G.com

See on Scoop.itdigibook

Tra le imprese maggiormente in crisi, in questo panorama di difficile congiuntura economica c’è quello dell’editoria, che però vede come propria ancora di salvezza il settore degli e-book e dei libri online.

 

 

 

digital publishing‘s insight:

Gazzetta Commerciale.com

Su G.Com sarà disponibile a breve un servizio di e-book e libri online. Il servizio riguarda libri già noti e lanci promozionali di scrittori abruzzesi. Non perdete l’occasione di avere un’intera biblioteca a portata  di click. 

 

Mercato del libro

In Italia il mercato del libro vive un periodo decisamente duro, con un calo in questa prima parte del 2013 pari al -4,4% in termini di entrate, del -0,7% in termine di copie.  A tirare su il settore ci sono i libri per bambini con un +4% in valore ed un +6% in volume.

A fare da traino anche il canale dei libri online, in crescita sia con riferimento al valore che alle copie vendute. Nel 2013 la percentuale di vendite di libri online, forte anche della sempre maggiore diffusione ditablet ed e-reader, è passata dal 5,5% del 2012 al 6,3%.

 

Social network dei lettori

E cavalcando l’onda del successo del canale telematico è nato il primo social network per gli amanti della lettura: Wuz.it. Una community che conta ad oggi 400mila utenti unici, un milione di pagine viste al mese, 1.500.000 titoli, 10mila recensioni e più di 2mila interviste.

E-book nelle biblioteche

Interessante anche l’iniziativa di molte biblioteche pubbliche di prestare e-book. Oggi in Italia lo fanno il 44% delle biblioteche, contro il 4% della Francia e il 16% della Germania. Con il +78,5% di titoli digitali proposti al mese.

 

I numeri degli e-book

Ad oggi ci sono 2,43 titoli di ebook ogni lettore, nel 2011 erano 0,59; il 46% delle novità del mese vengono rilasciate in digitale, i potenziali clienti sono circa 25-26 milioni di clienti potenziali, 22-23 milioni gli acquirenti e oltre 1 milione e 900 mila persone hanno comprato online nel 2011 e nel 2012 libri, giornali, riviste o e-book. Tra i freni alla diffusione del mercato del libro online e degli e-book ci sono la “scarsa alfabetizzazione informatica” e la “poca dimestichezza nell’uso delle tecnologie”, ma anche la paura della smaterializzazione e l’assenza di un “formato standard”.

See on www.gazzettacommerciale.com

Author: The Round

Share This Post On