La conservazione digitale degli open data

See on Scoop.itdataumpa

All’indomani della pubblicazione del memorandum col quale la Casa Bianca ha definito la nuova strategia nazionale in materia di open data, il blog The Signal della Library of Congress elenca una serie di risorse e approfondimenti sulla conservazione di questo specifico tipo di dati 

dataumpa‘s insight:

L’articolo di The Signal è firmato da Leslie Johnston e si apre con una breve presentazione del memorandumpubblicato di recente dall’amministrazione Obama, per richiamare i dipartimenti e le agenzie federali all’obbligo di produrre e rilasciare i propri dati in formato open (leggi la news di ParER). La Johnston sottolinea che il documento fa seguito ad un precedente memorandum sulla trasparenza e l’open government, e specifica come entrambe le strategie rimandino al Project Open Data Github, una repository di linee guida, casi studio e strumenti che l’amministrazione centrale ha messo a disposizione delle agenzie federali, assieme al portale data.gov, per passare dalla sola enunciazione dei principi alla pratica. Le pagine del Project Open data, sottolinea l’autrice dell’articolo, forniscono molte indicazioni preziose relative alle licenze, ai metadati, agli standard e alla gestione ordinaria dei dati. Nelle stesse si annuncia anche la produzione di nuove linee guida per supportare le agenzie nelle attività di ascolto degli utenti, e risoluzione dei problemi di utilizzo dei set di dati. Quello che manca, prosegue la Johnston, sono invece le informazioni e gli approfondimenti relativi al modo in cui questo specifico tipo di dati potrà e dovrà essere conservato in futuro. Per questo motivo, concludendo l’articolo elenca una serie di approfondimenti e risorse on line cui si potrebbe fare riferimento per elaborare e rilasciare linee guida relativi alla conservazione digitale degli open data prodotti dalle pubbliche amministrazioni

See on parer.ibc.regione.emilia-romagna.it

Author: The Round

Share This Post On