La pubblicità aumentata che diventa arte

See on Scoop.itaugmented world

Sono sempre di più i marchi che decidono di sfruttare la realtà aumentata per coinvolgere i loro potenziali clienti in esperienze più appassionanti che guardare uno spot, la pagina di una rivista o un cartellone lungo le strade di una città. Una delle tendenze principali è quella di sfruttare la grande diffusione dei dispositivi mobili, tablet e smartphone, per fare in modo che gli utenti possano accedere a contenuti aggiuntivi proprio mentre camminano per la città e si imbattono in uno di quei grandi cartelloni che ricoprono intere facciate dei palazzi cittadini.

augmented world‘s insight:

La moda è uno dei settori più attratti da questa tecnologia. Collegare il proprio brand a immagini che evochino il mondo dell’arte è una strategia di marketing che non può che essere valorizzata al massimo con l’uso della realtà aumentata. DKNY, il famoso marchio di abbigliamento americano, ha fatto proprio questo quando ha deciso di reinterpretare il proprio storico billboard, diventato un’icona: l’orizzonte di Manhattan in bianco e nero visto attraverso le quattro lettere del logo, all’angolo di Houston Street, a New York. A cinque anni dalla rimozione, il brand riporta in vita quell’icona, reinterpretandola attraverso dieci installazioni artistiche posizionate in altrettante città del Mondo (New York, Londra, Milano, Parigi, Dubai, Kuwait city, Hong Kong, Shanghai, Seoul e Tokyo). Queste opere verranno poi aumentate: con una app per iOS e Android, infatti, gli utenti potranno scattare una foto delle installazioni e vedere alcuni video contestuali che le riguardano.

See on www.informazione.it

Author: The Round

Share This Post On