Open data governativi: uno strumento politico?

See on Scoop.itdataumpa

La diffusione degli open government data ha ricevuto un grande impulso nel 2009, quando l’amministrazione Obama ha promulgato l’Open Government Directive. Secondo il documento, «le agenzie devono pubblicare le informazioni on line utilizzando un formato aperto (open) che possa cioè essere recuperato, soggetto ad azioni di download, indicizzato e ricercato attraverso le applicazioni di ricerca web più comunemente utilizzate.»

In effetti, i dati aperti delle pubbliche amministrazioni costituiscono una grande risorsa. Secondo l’Open Data Handbook, i dati pubblici aperti favoriscono la trasparenza e il controllo democratico, la partecipazione, il miglioramento dei servizi, solo per citare alcuni degli aspetti più evidenti.

dataumpa‘s insight:

Questo scenario con sempre più dati open sembra decisamente promettente. Tuttavia, secondo un articolo pubblicato recentemente sul Guardian, sarebbe invece opportuno studiare a fondo come vengono pubblicati e modellizzati i set di dati governativi. Tim Davies, ricercatore presso la University of Southampton e autore dell’articolo, si sofferma sul fatto che in realtà non dovrebbe sorprenderci la natura politica dei dati e della loro interpretazione. La stessa progettazione di un set di dati ha un grande impatto sulla politica che si può fare con esso.

See on oggiscienza.wordpress.com

Author: The Round

Share This Post On