Tablet ed editoria digitale nell’era della convergenza

See on Scoop.itdigibook

La convergenza è un fenomeno che caratterizza ed interessa ambiti molto diversi perché tutti condividono il timore di diventare obsoleti e tutti, temendo la concorrenza, si auto-organizzano e cercano di evolvere. La convergenza è un fenomeno emergente di una realtà complessa, fatta di elementi che coesistono e si meticciano, piuttosto che di fasi che si susseguono ed elementi che evolvono. Anche se il termine è spesso associato alla tecnologia la convergenza non è solo tecnologica! 

digital publishing‘s insight:

La convergenza a cui stiamo assistendo non è più solo tecnologica ma anche di scopo e di obiettivi. Le nuove tecnologie rendono possibile una convergenza di fatto tra dispositivi diversi ( Desktop, laptop, tablet….convergenza all’opera!), ma essa non potrebbe avvenire senza i cambiamenti in atto nei comportamenti delle persone, nell’emergere di nuovi gusti e preferenze, nell’affacciarsi di nuove generazioni e nell’emergere improvviso di nuovi fenomeni con capacità attrattive e capaci di introdurre cambiamenti e innovazione. La rivoluzione tecnologica in corso offre uno spaccato interessante per  comprendere una realtà caratterizzata da elementi sempre più interdipendenti e con un interscambio costante tra tecnologia, individui, consumatori, società e comunità. Tra questi elementi è attivo un dialogo continuo, contestualizzato ma anche volatile perché legato all’innovazione costante che caratterizza il nostro tempo.

Convergenza ed ecosistemi

Quello che appare evidente è che la tecnologia è oggi elemento essenziale di ogni tipo di ecosistema e di ogni sua evoluzione possibile. Un elemento che è condizionato da nuove scoperte e nuove innovazioni,  ma anche dal livello di coinvolgimento da parte del consumatore e dal contesto culturale in cui esso avviene. In una parola, ad esempio, l’utilizzatore dell’iPad è stato tanto importante quanto lo è stata la novità tecnologica che il prodotto della Apple ha rappresentato. Senza un’adozione diffusa e una simbiosi culturale tra utilizzatore e strumento non ci sarebbe stata alcuna rivoluzione iPad e non sarebbe avvenuta alcuna rivoluzione tablet.

Ogni tecnologia va studiata nella sua interrelazione con la comunità che la adotta e la sua cultura. Solo un approccio interdisciplinare può spiegare il passaggio da una fase tecnologica ad un’altra e dall’uso di un media a quello che lo sta sostituendo. Lo studio, se effettuato, evidenzierebbe che un prodotto come l’iPad da solo, senza i significati simbolici ad esso associati dal pubblico di consumatori e acquirenti, non avrebbe potuto avere il successo che invece ha avuto.

 

See on www.solotablet.it

Author: The Round

Share This Post On