Toyota cerca alleati per l’auto a idrogeno

Tutto interconnesso. Questo il messaggio forte dal Ces, lo show dell’elettronica di consumo che si svolge ogni inizio d’anno a Las Vegas, in Nevada. Un messaggio che l’industria dell’auto e della componentistica ha recepito con una partecipazione sempre più consistente. All’edizione 2015 c’erano 10 costruttori auto (Audi, Bmw, Mercedes, Fca, Ford, Hyundai, Mazda, Toyota, Vw, Gm) e 3 componentisti (Bosch, Delphi e Continental) per mostrare la propria interpretazione del futuro della mobilità e del rapporto uomo-macchina. 

 

Source: www.lastampa.it

Una dozzina di espositori di spicco sugli oltre 3.500 sparsi negli hotel della Strip che hanno portato l’attenzione di aziende, sviluppatori e utenti sull’integrazione dell’auto nell’Internet delle cose (IoT, Internet of Things), la rivoluzione in atto che connetterà via internet ogni cosa della nostra vita quotidiana attraverso smartphone, tablet e Pc: casa, lavoro, hobbies, infrastrutture e, naturalmente, mezzi di trasporto. Sistemi di guida autonoma, comunicazione V2I (veicolo-infrastrutture) e V2V (veicolo-a-veicolo), ovvero auto in grado di comunicare con le infrastrutture oppure tra loro, comandi gestuali, head-up display con realtà aumentata, tecnologie d’illuminazione e di intrattenimento.

Audi annuncia la piena compatibilità con Apple iOS e Google Android a bordo, a cominciare dalla nuova Q7 mostrata in anteprima a Las Vegas e introduce processori quad-core, il contagiri virtuale, sistemi audio tridimensionali, un tablet che funge da centrale multimediale, il sistema di parcheggio pilotato e l’innovativa tecnologia Wireless Charging per ricaricare le auto elettriche senza fili. Intanto, la concept car A7 Sportback raggiunge lo show di Las Vegas guidando autonomamente dalla Silicon Valley (900 km). 

See on Scoop.itaugmented world

Author: The Round

Share This Post On