Volkswagen usa la realtà aumentata per costruire auto migliori

Grazie ad un’iniziativa della casa automobilistica tedesca, attuata per migliorare il processo produttivo, l’equipaggiamento standard degli operai prevede anche un paio di smart glass. Aiuteranno a non commettere errori.

Sourced through Scoop.it from: www.dday.it

 

Il successo di un prodotto, e dell’idea ad esso collegata, si verifica soprattutto quando lo si adopera in campo lavorativo. Gli occhiali "smart", rimasti perlopiù relegati al mondo del gaming e dell’intrattenimento, stanno per conoscere finalmente un’applicazione che li renderà uno strumento necessario per centinaia di persone.

 

Volkswagen, precisamente nello stabilimento di Wolfsburg, dopo un esperimento a campione durato 3 mesi circa, ha deciso di aggiornare l’equipaggiamento standard dei propri dipendenti con un paio di Smart Glasses. L’obiettivo è quello di aumentare ulteriormente la sicurezza, e la velocità, nel processo di produzione.

Tanti i benefici apportati dall’utilizzo degli occhiali intelligenti, comunica Volkswagen. Gli operai ricevono in automatico tutte le informazioni di cui hanno bisogno, come numeri di serie e posizioni della componentistica, visualizzandole direttamente nel loro campo visivo così da avere entrambe le mani libere.

 

La fotocamera incorporata funge da lettore di codici a barre così da capire, nell’immediato, se si sta eseguendo la giusta operazione.

“La digitalizzazione sta diventando sempre più importante all’interno del processo produttivo e gli Smart Glasses 3D aiutano alla cooperazione fra esseri umani e macchine portandola ad un nuovo livello”, sono le parole di Reinhard De Vries, Responsabile Capo del reparto Logistica a Wolfsburg.

 

Il loro utilizzo è tuttavia facoltativo e il dipendente ha a disposizione un periodo di prova per familiarizzare con il sistema prima di utilizzarlo in via definitiva sul lavoro. Sono attualmente 30 i membri del personale che operano con gli Smart Glasses 3D in diversi rami dell’azienda.

 

Una sola "nota": l’azienda nel comunicato definisce gli occhiali come 3D, in realtà ci sembrano, almeno dalle foto fornite, semplici Google Glass. Gli occhiali non sono quindi 3D, ma forniscono una visione "augmented reality" probabilmente più utile in ambito lavorativo del 3D stesso.

See on Scoop.itAugmented World

Author: The Round

Share This Post On